Dogecoin: vola grazie a Elon Musk? | Sì, ma DEVI sapere QUESTO!

Sì, siamo di nuovo in quella parte del ciclo. No, non parliamo di fasi macro, di bull o bear market. Parliamo di quelle particolari fasi del mercato crypto durante le quali Dogecoin reagisce a qualunque tipo di esternazione di Elon Musk. Anche quando $DOGE non venga citato esplicitamente. La settimana che si è appena conclusa – e che si è caratterizzata per una calma piatta dovuta alla Festa del Ringraziamento – è stata anche la settimana di un’importante corsa per $DOGE.

Corsa che deve essere collegata a novità che arrivano da Twitter ma che mai, lo ripetiamo ancora una volta, hanno effettivamente coinvolto Dogecoin. C’è di mezzo però Elon Musk e tanto basta per pensare che $DOGE, di dritto o di rovescio, verrà comunque coinvolto.

Una situazione che ha portato ad acquisti considerevoli all’interno del mercato, cosa che possiamo fare con Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale con CAPITALE DI PROVA ILLIMITATO – intermediario che ci offre l’opportunità di investire in entrambi i sensi, ovvero sia al rialzo che al ribasso.

Non è questo l’unico aspetto interessante di Capital.com. Questo intermediario ci permette di investire anche con MetaTrader e TradingView, piattaforme di livello pro da accompagnare anche al WebTrader che è dotato di intelligenza artificiale per l’analisi del portafoglio. Con 20€ possiamo passare al conto reale.

È di nuovo quel periodo dell’anno: Dogecoin spinge grazie a Elon Musk

Elon Musk che questa volta però non neanche nominato Dogecoin. Ma i mercati sono così disperatamente alla ricerca di qualche buona notizia che tutto fa brodo, anche un supposto impegno di Twitter, ora appunto proprietà esclusiva di Musk, verso $DOGE. Ma andiamo con ordine.

Twitter farà volare… Dogecoin? Può un uccellino prendere sulle spalle… un cane?

Sono state fondamentalmente due le notizie che hanno portato il meme coin per eccellenza a battere praticamente tutti sui mercati negli ultimi giorni. La prima riguarda la possibilità che Twitter si doti di un mezzo per i micro-pagamenti interno. La seconda riguarda uno smartphone che in realtà non esiste ancora neanche nella fantasia più feconda degli appassionati. E senza voler per forza di cosa intristire chi sogna l’ennesima corsa di Dogecoin, cercheremo di spiegare entrambe le questioni.

Twitter per i pagamenti: Doge potrebbe essere della partita

Twitter, lo ha rivelato e confermato anche Elon Musk, vuole interessarsi di pagamenti e possibilmente integrarli all’interno della sua piattaforma. Data la passione di Musk per Dogecoin, in molti hanno fatto 2+2 e senza aspettare il risultato si sono buttati a capofitto su Dogecoin.

Per quanto siamo ancora nella fase embrionale di questo possibile progetto, va fatta qualche considerazione. La prima è che se dovessero essere supportate criptovalute, Dogecoin farà sicuramente parte del gruppo iniziale. La seconda è che con ogni probabilità un sistema di pagamento su scala mondiale includerà anche altri tipi di strumenti. Cosa che dovrebbe far venir meno l’esclusività di $DOGE rispetto ad altre criptovalute e altri crypto-network.

È necessariamente un male? No, perché Doge avrebbe comunque l’appoggio di un social network diffuso in modo capillare e con un CEO che è comunque favorevole alla sua esistenza. Da qui a pensare che DOGE diventi una sorta di criptovaluta globale per internet ancora ce ne passa però.

Lo smartphone di Elon Musk: a che punto siamo?

Non siamo in realtà ancora a nessun punto, e cerchiamo di spiegare il perché. Quanto affermato da Elon Musk, ovvero che sarebbe pronto a realizzare un suo smartphone è da leggersi in realtà in un contesto più complicato. Tanto Apple quanto Google non sembrerebbero essere contente della svolta free speech di Elon Musk per Twitter. Qualcuno ha avanzato la possibilità che rimuovano l’App dagli Store relativi, rendendo molto più difficile per Twitter raggiungere milioni di smartphone.

È in relazione a questo contesto, per ora fantascientifico che il prezzo si è mosso, ancora una volta forse per eccessiva reattività di un mercato disperatamente alla ricerca di buone notizie.

Speculare su queste vicende? Occhio a quello che si fa…

Elon Musk ha sempre fatto il bello e il cattivo tempo su $DOGE e sulle sue quotazioni. Questa volta non possiamo attribuirgliene la colpa, perché avrà pure il diritto di fare cose nuove con le sue aziende senza che le persone si facciano cogliere dalla FOMO.

Per quanto riteniamo che $DOGE abbia un futuro nonostante il compatto gruppo di detrattori che glielo vorrebbero negare, il nostro consiglio è quello di prestare la massima attenzione nell’operare su questo coin nei prossimi giorni, nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. E di farlo, nel caso, con intermediari che offrano strumenti per gestire i grandi swing di prezzo. Su eTorovai qui per ottenere un conto gratuito di prova – possiamo anche approfittarne per fare trading di prova, così anche da imparare sul campo cosa accade in contesti di questo tipo.Uomo avvisato…

L’articolo Dogecoin: vola grazie a Elon Musk? | Sì, ma DEVI sapere QUESTO! proviene da Criptovaluta.it®.

Generated by Feedzy
Criptonazione.com
Logo
Enable registration in settings - general